blog.tapirulan.it
 
  29.10.2014 | 21:58
Cartier-Bresson mi fa un sufflon
 
 

Autore: zumba | Commenti 1 | Scrivi un commento

  22.10.2014 | 22:37
Chi è l'ultimo?
 

Lo so, lo so. E’ comodo, comodissimo. Altrimenti non lo direbbero tutti. Io però non lo dico.

 

L’altro giorno ero malato, sono andato dal medico. Quando sono entrato nella sala d’aspetto  quattro vecchi su sette si sono girati verso di me. Avevano la faccia di chi pensa “dai, su, dillo, è comodo, dillo dai, chiedicelo così te lo diciamo”. Non l’ho detto, ho memorizzato le facce delle sette persone che erano davanti a me. Ho fatto una fatica micidiale, continuavo a guardarli e a ripassare le loro facce. Ogni volta che arrivava qualcuno, un'altra faccia di merda che diceva quella cosa, io lo guardavo con odio. La prima faccia di merda arrivata dopo di me, in particolare, quello che quando l’ha chiesto mi ha obbligato ad alzare la mano e autodenunciarmi, quello in particolare l’ho odiato. Ho anche pensato per un attimo di dirgli “chi? è quel vecchio là in fondo, quello con il giubbetto in acetato e gli occhiali a goccia”. Sarebbe stato un bel momento. Il vecchio chiamato in causa avrebbe detto “no, non è vero, non sono io, è quel signore che fa l’asino, è lui”. Al che io avrei detto al nuovo arrivato con espressione serissima “nossignore, non faccio l’asino, non è mia abitudine, le ribadisco che è il vecchio con l’acetato e gli occhiali a goccia, non sono io”. Il vecchio, sempre più scandalizzato, avrebbe aggiunto “non capisco perché questo signore si prenda gioco di lei, le garantisco che io sono arrivato prima delle sedici, mentre questo signore che ha così tanta voglia di scherzare è arrivato alle sedici e dieci, lo so perché ho guardato l’orologio, quel grosso orologio sopra la porta, vede?”. Forse a quel punto avrei rinunciato a controbattere, o forse avrei fatto l’ultimo tentativo coinvolgendo nella questione qualcun altro, un individuo debole, influenzabile, che ingannato dalla mia sicumera avrebbe assicurato al nuovo arrivato, seppur con qualche dubbio, che non ero io, e che forse era davvero quel vecchietto che si confondeva con un’altra volta, magari la settimana prima, quando era stato dal medico per quel raffreddore che non voleva passare nemmeno con gli antibiotici.

Io avrei sorriso, avrei ringraziato l’individuo debole per avere fatto trionfare la mia versione, avrei assistito con falsa benevolenza agli ultimi tentativi del vecchio con l’acetato e gli occhiali a goccia di giurare che non era lui bensì io, poi avrei aspettato il mio turno, cioè il turno del vecchio da me superato con astuzia, e al momento di entrare nello studio medico, tanto per non farmi mancare niente, avrei scoreggiato piano in corrispondenza del vecchio per poi guardarlo scandalizzato e un po’ schifato.

 

Lo so, lo so. E’ comodo, comodissimo. Ma anche uscire in pigiama lo è.

Autore: zumba | Commenti 0 | Scrivi un commento

  10.10.2014 | 16:01
Il successore
 
 

Su Twitter la cosa andrebbe scritta semplicemente così: dopo due anni ho rivisto Beautiful, si stavano sposando Ridge e Brooke.

Per chiunque abbia un legame con Beautiful, e io ce l’ho, cazzo se ce l’ho, il matrimonio di Ridge e Brooke rappresenta nello stesso tempo l’evento che non può che continuare ad accadere ancora, e ancora, e ancora, sempre, per sempre, e l’evento che se la soap opera avesse qualche seppur minima aspirazione alla credibilità narrativa dovrebbe non accadere più, mai più. Se ne deduce che è proprio questo evento, il matrimonio tra Ridge e Brooke, che rende Beautiful quello che non può smettere di essere, cioè una entità di merda irresistibile. Non un’irresistibile entità di merda, sia chiaro. Ma un’entità di merda irresistibile. E’ la merda irresistibile, non l’entità. Il matrimonio di Ridge e Brooke è Nietsche che ti ciuccia l’orecchio sussurrandoti “cosa cazzo pensavi che intendessi quando parlavo di eterno ritorno dell’uguale?”.
In questo specifico caso – si trattava dell’ottavo matrimonio tra Ridge e Brooke, mai celebrato in realtà perché subito prima del sì Katie, che è sorella di Brooke ma anche innamorata di Ridge, ha fatto finta di svenire mentre il pastore leggeva una poesia che piaceva moltissimo sia a Katie che a Ridge, e che ricordava sia a Katie che a Ridge i tanti pomeriggi sereni passati a fare dei pic nic mentre Brooke si innamorava di Bill, l’ex marito di Katie, quindi l’ex cognato di Brooke e anche di Ridge -, in questo specifico caso l’elemento di novità era costituito dal fatto che si trattava del primo matrimonio tra Ridge e Brooke da quando il ruolo di Ridge non è più ricoperto da Ronn Moss ma da un certo Thorsten Kaye, un imbecille pseudodolente tendenzialmente ginecomastico, per cui quello che mi si è presentato davanti agli occhi nel momento in cui ho acceso la televisione, parafrasando il pazzo che sussurrava ai cavalli, rappresentava più che altro l’eterno ritorno camuffato dell’uguale: vedere Ridge e Brooke che si tenevano per mano e si giuravano che questa volta sarebbe stato per sempre, che non avrebbero commesso gli errori del passato, che non avrebbero permesso a nessuno di mettersi in mezzo al loro amore, così come stavano facendo trenta secondi prima che Katie fingesse di svenire, vedere che quei due erano ancora lì a sposarsi e che Brooke era ancora lì a dire sempre le stesse cose, se già nelle precedenti sette occasioni aveva avuto qualcosa di perversamente irrinunciabile – come il sudore delle palle, diceva in casi del genere Daniele Luttazzi -, questa volta regalava una sfumatura ancora più surrealmente idiota all’unica soap opera degna di questo nome. Sembrava che Ridge da un momento all’altro dovesse dire “ehi, ma mi hai visto, se non ha funzionato nemmeno con Ronn, come posso illudermi io, baby?”.

Guardavo lei, sempre bellissima, sempre emozionata, sempre Brooke, e guardavo lui, contratto, spaesato, con l’aria di chi crede di poter usare la mimica alla al Pacino nel contesto più botox friendly della storia della tivù, e pensavo: ma come cazzo farà il successore di Bergoglio?


Autore: zumba | Commenti 0 | Scrivi un commento

  07.10.2014 | 16:35
il do ut des è sempre una bella roba
 

Per me quella lì, quella che si è appena sposata con l’attore famoso, che di questa cosa hanno parlato così tanto e in particolare su quel sito che guardo tutte le mattine a proposito di quel matrimonio il giorno del cosiddetto fatidico sì hanno fatto la fotogalleri numero uno la fotogalleri numero due la fotogalleri numero tre la fotogalleri numero quattro e se non sbaglio anche la fotogalleri numero cinque, e non solo queste cinque fotogalleri specializzate ma anche una fotogalleri retrospettiva sui grandi matrimoni da sogno del passato, come per esempio il matrimonio tra l’attrice bionda un po’ triste amata da quel regista ciccione esperto di saspens e il principe del principato onestamente non all’altezza dell’attrice, come lui stesso sapeva se non era proprio un coglione, o il matrimonio tra l’attrice dagli occhi viola e il fegato cirrotico e l’attore dal fegato cirrotico e gli occhi azzurri, che tra l’altro forse si sono sposati non una ma due volte, forse perché l’amnesia alcolica gli aveva fatto dimenticare il primo matrimonio, che poi quando ho visto quelle cinque più uno fotogalleri dedicate a quella lì e all’attore famoso mi sono chiesto quante fotogalleri dedicheranno al matrimonio se mai ci sarà tra quel politico anziano di cui nonostante tutto si parla ancora molto e la sua fidanzata giovane che di recente ha abbracciato sia i ghei che la loro causa di emancipazione, per me quella lì, quella che ha fatto mettere come si dice la testa a posto all’attore famoso, che prima di stare con quella lì era stato con delle donne molto diverse da lei, cosa che tra l’altro succede a tutti quelli che hanno più di due relazioni nell’arco della propria vita a meno che uno non abbia quella specie di cosiddetta patologia dello stampino, cosa che può pure essere, e in ogni caso conta poco se io o un altro che non è nessuno come me ha delle ex diverse dalla compagna attuale, a chi vuoi che gliene freghi, ma quando sei un attore che vale cinque più una fotogalleri in caso di fatidico sì allora il discorso cambia, in quel caso conta fare i confronti con le ex fidanzate, eccome se conta, e tra queste ex fidanzate nel suo caso ci sono anche delle donne famose, come per esempio una sciogherl italiana che forse non gli ha fatto mettere la testa a posto come quella lì, in senso figurato, ma in senso letterale sicuramente la testa in un posto gliel’avrà fatta mettere, e io penso di sapere anche quale posto, perché di solito è così che si fa non solo nello star sistem ma anche nel normal sistem, una volta io con la mia testa nel tuo posto e una volta tu con la tua testa nel mio posto, e alla fine siamo tutti contenti, sempre che non vogliamo mettere la testa a posto contemporaneamente, che andrebbe benissimo e anzi meglio, il do ut des è sempre una bella roba, per me quella lì, comunque, quella che si è appena sposata con l’attore famoso, quella che ha abbracciato le cause umanitarie e sembra che l’abbia fatto in maniera leggermente più credibile di quell’altra, quella che sta con l’uomo anziano dal sorriso irresistibile e la pompetta prostatica, quella che ha preso anche la tessera dell’arcighei perché ormai siamo nel terzo millennio e l’idea di famiglia è ora che cambi, e tra l’altro anche il suo boifriend non è vero che è omofobo come dicono i detrattori, anzi lui trova simpatici e normali i ghei, mica antipatici e anormali, simpatici e normali come i non ghei, le battute che fa su di loro sono proprio la dimostrazione che li tratta da pari a pari, e chi dice il contrario mente sapendo di mentire o forse non sapendolo ma l’ignoranza, si sa, non è mai una scusante, per me quella lì, quella che secondo alcuni si è sposata con l’attore famoso perché l’attore famoso aveva bisogno di una figura autorevole da tanti punti di vista e al di sopra di ogni sospetto in previsione di una scalata alla casa bianca, una da portare con fiducia ai branc con gli ambasciatori o in visita ufficiale al cremlino, uno come quella lì che si vede che secondo lui in questo senso offre più garanzie della sciogherl italiana e anche più di tutte le altre sue ex, per esempio anche più di quella sua ex che faceva la lap dens a las vegas o di quell’altra ex che faceva il vrestling un po’ dappertutto, che sono simpatiche e normali come i ghei e le ghei, mica si può dire che la lap dens e il vrestling è roba strana e anormale, questo è chiaro, è tutto normale, ma per i rinfreschi a uoscinton forse è più spendibile l’avvocatessa paladina delle cause umanitarie della lottatrice o di quella che balla sul palo, per me quella lì, l’avvocatessa paladina delle cause umanitarie, quella che ha difeso anche quel tipo coi capelli bianchi tendenti al giallo oppure viceversa gialli tendenti al bianco, quello che ha svelato i segreti degli stati uniti entrando in tutti i computer del pentagono o della cia o dell’efbiai, quello che ora è costretto a nascondersi in qualche posto tipo ecuador o taipei o svezia e quando torna in america è fottuto a meno che nel frattempo non sia diventato presidente l’attore famoso, in quel caso non è solo fottuto ma un posto di prestigio nell’establiscment non glielo toglie nessuno, per me quella lì, l’avvocatessa, la sposa, la paladina, quello che sto cercando di dire è che non è una bella figa.

Autore: zumba | Commenti 1 | Scrivi un commento